10 consigli per migliorare il vostro Business attraverso i Social Media (2° parte)

Avalon Added VALue ON

Italian English French German Spanish

10 consigli per migliorare il vostro Business attraverso i Social Media (2° parte)

Nella prima parte di questo articolo, abbiamo evidenziato cosa fare, come farlo e quando, se voleste essere tra quelli che intendono sfruttare le potenzialità offerte dai Social Media al Marketing e promuovere la vostra attività, la vostra azienda sul web attraverso i social network.

Abbiamo elencato, in quell’articolo, i cinque punti che definiscono cosa i Social Media non sono.

Ecco cinque cose che invece i Social Media sono:

1.I web sites con la crescita più rapida, più accessibile e più popolare. Le persone che volete conoscere e che vorreste avere come clienti sono già alla ricerca della loro prossima parrucchiera, agente assicurativo, banca o agente immobiliare, e come potete immaginare li stanno cercando su internet. Sono impegnati nella lettura di messaggi sui siti dei loro amici e nel leggere i messaggi delle aziende che a loro piacciono. La maggior parte delle persone considerano molto i pareri e le raccomandazioni dei loro amici , e prende le sue decisioni d'acquisto sulla base di tali raccomandazioni. I loro amici quello che pensano, scrivono, considerano, consigliano sono la chiave per cambiare il vostro modo di fare business. Agli inizi della mia carriera ho frequentato dei corsi di marketing e in uno di questi mi fu detta una cosa che non ho mai più dimenticato e che, dapprima ho messo in pratica direttamente e che poi ho insegnato nei corsi e ai miei allievi: Se vuoi entrare in contatto con un direttore commerciale, se vuoi entrare nelle grazie di un general manager, diventa amico, renditi simpatico alla loro segretaria. E’ lei che detiene le chiavi dell’agenda del suo capo, lei che può darti le giuste indicazioni e abbattere i filtri che lo proteggono e renderlo disponibile ad ascoltarti. Questo è la stessa cosa che la vostra presenza sul web può fare per voi nel permettervi di raggiungere i vostri clienti o prospect attraverso la loro catena di amici e followers.

2.Un “posto” da vedere e visitare spesso. Se il vostro target di riferimento è in cerca di informazioni su di voi su internet , controlla la vostra pagina di Facebook (personale o aziendale), legge i vostri posto su twitter, cerca il vostro profilo su LinkedIn, o la vostra lavagna di Pinterest, che cosa potranno vedere?

Cosa troveranno circa il tipo di attività che svolgete?

Saranno in grado di ottenere informazioni preziose sulla vostra azienda o invece troveranno solamente un messaggio di marketing dopo l'altro?

Saranno in grado di ottenere una sensazione del livello di esperienza che avete e il tipo di cultura alla quale si ispira la vostra azienda?

E dopo averti trovato, riusciranno a rintracciare tutte le informazioni che cercano su di voi e la vostra azienda?

Avere una presenza di qualità significa pubblicare contenuti rilevanti su una base costante che sapete essere il valore per il pubblico di destinazione.

Non troppo in modo che possa infastidire i vostri contatti ma non troppo poco da essere insignificanti. Lo sviluppo di comunità intorno al vostro marchio, alla vostra azienda, significa impegnarsi con il pubblico in merito ai loro eventuali commenti e ai “like” sui vostri post, esattamente come fareste se essi fossero davanti a voi nella vostra azienda.

3.Solo una fetta della torta del vostro marketing. Anche se non è facile stabilire un chiaro ROI (Return Of Investment) con i social media a causa della varietà di fattori che compongono gli elementi di valutazione, ci sono modi per determinare in che modo i social media stiano lavorando per voi. In definitiva, tutti noi vogliamo generare un aumento di attività, aumentare il nostro business, i nostri clienti o non staremmo assolutamente pensando al marketing.

E quindi ovvio che tutti gli sforzi sono tesi a costruire una base, la più ampia e solida possibile, di clienti.

Vi è più di una strategia per realizzare questo; i social media sono solo uno delle strade da percorrere e non devono essere "l’unica". Tutta la vostra pubblicità, il materiale promozionale, le campagne di mass-mailing, il vostro sito web, il blog, la creazione di reti personali, dovrebbero essere collegate per costruire il potere di penetrazione della vostra organizzazione.

È possibile controllare alcune analisi sugli stessi siti per avere un'idea della portata delle nostre azioni.

Su Facebook, ad esempio, è possibile controllare quante persone siano state raggiunte dai vostri messaggi, quindi misurare quanto il vostro intervento, il vostro post, il vostro messaggio ha
avuto l'opportunità di essere visto.

Questo è un modo per ottenere risultati davvero importanti perché, come si è già detto, si possono avere solo (!)100 persone alle quali piace la vostra pagina, ma il tuo post potrebbe apparire sul newsfeed di tutti i tuoi fan e se ognuno ha 100 amici, saranno 10.000 le persone che hanno avuto la possibilità di vedere il vostro post .

4.Un tempo di deragliamento. Vi sei mai trovati su Facebook o Twitter, cercare, trovare le persone alle quali connettersi, leggere articoli di grande interesse ( come questo), e prima di accorgervene  è passato un’ora? Oppure, se siete come molti che conosco bene, un pomeriggio è passato senza che voi abbiate compiuto un lavoro "vero"?.

Ci sono due punti critici in questo discorso:

a.Dovete iniziare a definire il marketing inbound come un "vero lavoro", proprio come fareste con qualsiasi attività che crea potenzialità di business.

b.Imparare come mettere a punto strategie, pianificare e impostare limiti circa il tempo che intendete dedicare a queste attività. La parola d’ordine è Pianificazione.

Quando deciderete di pianificare le vostre attività sui i social media scoprirete che sono cinque le attività di base connesse a questo tipo di marketing, senza aspettare che li scopriate da soli, vi facciamo risparmiare tempo e li elenchiamo qui:

i.  Pubblicare i contenuti che scrivete. Definire quali sono le offerte speciali di oggi, le novità che proponete con la vostra azienda.

ii.  Condividere i contenuti che altre persone scrivono - trovare un articolo interessante nel vostro settore che immaginate possa interessare i vostri clienti, copiate e incollate l'URL e così avrete nella vostra bacheca l'articolo originale con la corretta attribuzione.

iii.  Trovare le persone o le imprese alle quali desiderate connettervi e linkarvi alle loro pagine. iv. Interagire sulle pagine delle persone che vi piacciono o che trovate interessanti, commentando o condividendo i loro messaggi o dare i “like” ai loro post o, perché no fare tutte e tre le cose.

v. Datevi una scadenza e formatevi un'idea di quale direzione debbano prendere le vostre attività. Ad esempio, se la vostra attività è quella di agenzia di crediti, un consiglio potrebbe essere quello di connettersi con agenti immobiliari e costruttori locali. Cercare queste persone che utilizzano i social media e connettetevi con loro e o loro clienti avranno visibilità delle vostre attività e probabilmente visiteranno il vostro social site o web site.

5. GRATIS! . A meno che non si paghi per gli aggiornamenti o di utilizzare i siti per la pubblicità, la connessione e la partecipazione ai siti di social web non prevede alcun esborso finanziario.

Il costo associato ai social media è il tempo e l'attenzione.

Proprio come le altre forme di marketing, è possibile farlo da soli, oppure si può assumere qualcuno che possa aiutarvi.

Alcune aziende hanno un impiegato amministrativo che si occupa di marketing e social media.

Molte piccole imprese non hanno le risorse per assumere un impiegato per questa funzione e i proprietari/gestori della società non hanno il tempo o l'interesse, o le capacità per impegnarsi sulle attività per queste piattaforme.

Alcune aziende decidono di esternalizzare la gestione dei social media a società in grado di gestire  con precisione le relative attività considerando ogni dettaglio necessario per il settore industriale e commerciale in modo da ottimizzare ogni attività e impegno su queste piattaforme.
 
I social media sono, per il business, una risorsa di marketing inbound libero e potente.

E’ una risorsa ancora agli inizi nel nostro paese ma in rapida crescita ed evoluzione.

L'imprenditore intelligente è oggi in grado di capire che i clienti sono sempre più interessati a collegarsi e osservare attraverso internet le aziende che vogliono conoscere e “frequentare”.

Le aziende che sapranno adattarsi e anticipare le esigenze dei futuri consumatori saranno in una posizione avvantaggiata per resistere alle tempeste di evoluzione e di instabilità economica rispetto a quelle che continueranno ad impegnarsi nel fare business come al solito.

Soprattutto, ricordate che a contare non sarà quello che voi pensate, come otterrete le informazioni, o prenderete le vostre decisioni.

Saranno i vostri clienti ora e in futuro a guidare la crescita del vostro business.

Se non sarete raggiungibili perché non sarete dove vi stanno cercando, state perdendo il treno che i vostri concorrenti potrebbero aver già messo in moto, lasciandovi sulla banchina a guardare il treno passare. E difficilmente i treni delle occasioni passano due volte.

 


 

 L'articolo è la traduzione di un post scritto negli Stati Uniti da Philip Paranicas () a cui spetta il copyright originale


 

 

vai all'argomento che ti interessa

Italian English French German Spanish

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Chiudendo questo banner, proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information