Management - Aziende, Dipendenti e Social Networks sul posto di lavoro

Avalon Added VALue ON

Italian English French German Spanish

Management - Aziende, Dipendenti e Social Networks sul posto di lavoro

Social Media e dipendenti divulgatori

Nel mondo di oggi, con una durata media del lavoro di circa tre anni, i dipendenti potranno cambiare quasi 15 posti di lavoro nella loro carriera.
Non è molto difficile comprendere che  non esiste più il rapporto di fedeltà datore di lavoro/dipendente. Ammettiamolo, nessuno rimane con lo stesso lavoro 30 anni ed ottiene un orologio d'oro al momento del pensionamento.
La competizione globale ha cambiato il gioco per sempre. Per i dipendenti questo significa niente più sicurezza del lavoro: sono sempre in perenne attesa che l'ascia cada (soprattutto in un mercato del lavoro come quello attuale). E per i datori di lavoro, è sempre più difficile trovare e mantenere buoni dipendenti. Non appena acquisiscono nuove professionalità si mettono alla ricerca di pascoli più verdi. Quindi, come possiamo colmare questo divario?

Crediamo che la chiave stia nel migliorare il rapporto dipendente-datore di lavoro. I datori di lavoro devono capire che il "mercato del compratore", così com'è in questo momento non sarà sempre così, e anche se lo fosse, che l'atteggiamento è un modo per costruire la fedeltà aziendale, che possa andare ben oltre l'orario di lavoro. Se si vuole costruire una squadra vincente che rimanga con loro, che li sostenga e che li aiuti a andare avanti come una società, è necessario trattare la squadra con rispetto.

Trattare i dipendenti come una merce e/o come un centro di costo alla fine si ritorce contro l'azienda perché porta al massimo a un fatturato costante, che è controproducente nel lungo periodo .
Le Aziende dovrebbero invece cominciare a pensare ai loro collaboratori come ad un investimento.
Dovrebbero "uscire" dall'Azienda per loro e aiutarli quando ne hanno bisogno, Saranno lì per l'Azienda quando ne avrà bisogno. Può essere semplice, basterebbe creare un ambiente di lavoro "nutriente" che favorisca la crescita e l'innovazione, invece di creare di una cultura della paura favorita da tante aziende oggi.

C'è un vecchio detto, famoso anche nel mondo di Internet: "Per ricevere, devi dare prima e farlo senza aspettarsi nulla in cambio." Si chiama filosofia " di guadagno del donatore" Fare per gli altri senza aspettarsi  nulla in cambio direttamente ti porterà sempre un vantaggio. Magari in tempi lunghi, ma sarà così.

Una società che applica concretamente  questi concetti è, negli Stati Uniti, American Express.
American Express ridimensiona le proprie sturtture con dignità ogni volta che si presenta la situazione. American Express da tutto l'appoggio possibile ai dipendenti che che attraversano la transizione e permette loro di continuare a lavorare nei loro uffici per altri 60 giorni in modo da perseguire altre opportunità, alleviare lo stress che  sempre si crea con un cambio di lavoro.
Quali pensate che siano i sentimenti di quei dipendenti circa il loro ex datore di lavoro, e come quei sentimenti si divulgheranno attraverso le loro comunità personali di amici, parenti e futuri datori di lavoro?

Si sa che American Express ha registrato un incremento nei "guadagni del donatore" aiutando i lavoratori in esubero attraverso una loro transizione più "morbida".

Vorreste avere più avvocati difensori? Aiutate i vostri dipendenti a "essere social"

Un altro modo in cui i datori di lavoro possono beneficiare nell'aiutare i propri dipendenti è, riconoscendo il fatto che la connessione sociale attravero i social Network (Facebook, Twitter ecc..) è, oramai, parte integrante della vita di tutti noi.
Ricordate che nel mondo "social" di oggi, ogni persona ha una cerchia allargata di influenza personale e la possibilità di costruire il proprio personale " marchio". Aiutando i vostri dipendenti nel costruire quel marchio piuttosto che lasciarli nell'individualità, si potrebbe riuscire a costruire un esercito di potenti sostenitori . La maggior parte delle persone, quando ne avranno l'opportunità, sarà portata a "sostenere" la loro marca, le loro cerchie, quando si sentono bene nell'Azienda per la quale lavorano.

Alcune aziende temono ancora la "socializzazione" del posto di lavoro, ma chiudere ai dipendenti tutti i canali dei "social network" personali durante il lavoro è un grosso errore. Costringe solo i dipendenti a infrangere le regole, le policy azinedali, e finiscono con il  guardare il proprio smartphone sotto il tavolo.

Vi siete mai chiesti perché le pause "fumo e caffè" sono aumentati così tanto negli ultimi due anni? Non certo perché sempre più persone fumano o prendano il caffè, è perché stanno andando fuori a guardare i loro smarphone!

Vietare ai dipendenti di usare i social network nei luoghi di lavoro li obbliga solo ad utilizzare internet su  un diverso schermo, quando potrebbero essere più produttivi, nell'essere a conoscenza delle tendenze social quotidiane, carpendo notizie prima dei vostri concorrenti, individuando opportunità in tempi sensibilmente più brevi e, in definitiva, nel trasformarsi in promoter del vostro marchio , piuttosto che lamentarsi anonimamente di te sulle loro piattaforme docial personali .
Perché non educarli, invece? Fate loro sapere che li aiuterai a costruire il proprio mark personale, e se volessero parlare della vostra Azienda, potrebbe essere una buona idea senza che diventi un prerequisito. Creare di una politica sociale che abbraccia marchio personale dei collaboratori e dare loro linee guida su ciò che è opportuno condividere della vostra azienda.
Aiutarli a mettere a punto le loro impostazioni di privacy - dare loro foto da condividere, creare alcuni hashtag specifici dell'Azienda e rendere più facile per loro trovare i contenuti da usare quando/se vogliono.

Lasciate i vostri dipendenti liberi di usare i social network in orari prestabiliti e incoraggiateli nella difesa del marchio aziendale e dell'Azienda al di là di vostre piattaforme sociali istituzionali.

Se vogliamo che le nostre Aziende prosperino nell'era digitale, dobbiamo essere più proattivi nella attrarre e coltivare buoni dipendenti. Ciò significa che dobbiamo iniziare a pensare di più sulla connessione con loro come esseri umani e promotori della vostra Azienda, e smettere di pensare a loro in termini di costi e responsabilità. In breve, se si cresce, bisogna sostenere i propri dipendenti e aggiunge valore alla loro vita.

Le relazioni si che costruiscono con i vostri dipendenti pagheranno dividendi ben oltre il valore delle loro retribuzioni.

La parola d'ordine attuale è: Approfittate della potenza che deriva dal "guadagno del donatore" socialmente , e grandi cose potranno accadere.


L'articolo è la traduzione di un post scritto negli Stati Uniti da Ted Rubin (www.TedRubin.com; @tedrubin) a cui spetta il copyright originale.

Evidentemente alcuni dati sono riferibili e preciqui della realtà americana, ma il significato di forndo è certamente condivisibile anche nelle realtà Italiane. Internet è uno strumento di evoluzione e il suo uso va guidato e non subito.

 


 

vai all'argomento che ti interessa

Italian English French German Spanish

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Chiudendo questo banner, proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information